Fandom

Halopedia

343 Guilty Spark

2 366pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione13 Condividi
Lavori in Corso.jpg Questa pagina necessita una profonda manutenzione sintattica, morfologica e/o ortografica.

Puoi migliorare questo articolo revisionandolo per intero e renderlo conforme alle norme della wiki.


343 Guilty Spark
Spark in Halo: Combat Evolved Anniversary.
Informazioni biografiche
Entrata in servizio

Prima del 100.000 A.C.

Fine servizio

11 dicembre 2552[1]

Descrizione fisica
Descrizione

Fluttua, cubo arrotondato, ha un "occhio" che normalmente è blu.

Colore(i)

Illuminazione blu con un rivestimento argentato. Quando è arrabbiato l'illuminazione diventa rossa.

Funzioni ed informazioni politiche
Affiliazione

Precursori

Funzioni

Guardiano dell'Installazione 04 e del suo rimpiazzo.

[Fonte]

Quote blu1.png Tu sei il figlio dei miei creatori, l'erede di tutto ciò che hanno lasciato. Tu sei un Precursore. Ma questo anello... è mio! Quote blu2.png

~ 343 Guilty Spark[2]

343 Guilty Spark,[3] chiamato dai Covenant anche come "l'Oracolo", era un automa intelligente creato dai Precursori per assolvere il compito di Guardiano dell'Installazione 04 e del suo contenuto di parassiti.[4]

Ha avuto un ruolo importante durante la Battaglia dell'Installazione 04 e durante la Battaglia dell'Installazione 00.

Biografia

Guerra Precursori-Flood

Lente trasparente.png Per ulteriori informazioni su questo argomento, vedi anche Chakas

Prima della fine della guerra tra i Precursori ed i Flood, 343 Guilty Spark fu creato dalla mente di un umano di nome Chakas. Chakas conteneva al suo interno una delle numerose antiche personalità provenienti dai tempi della Civiltà umana preistorica, imposta nel suo codice genetico dalla Bibliotecaria, come parte del suo geas. Dopo che Chakas fu gravemente ferito sull'Installazione 07, il Didatta decise di salvare le sue ancestrali memorie trasferendo la mente di Chakas in un sistema digitale. Chakas iniziò a servire il Didatta e la Bibliotecaria come guardiano degli antichi ricordi biologici della sua specie e di altri dati sui lavori del Bibliotecario.[5]

Più tardi, supervisionò la costruzione dei sistemi anti evasione sulla struttura di ricerca sui Flood, all'interno della miniera di gas di Threshold.[6] Subito prima della distribuzione degli anelli nella galassia, gli fu comandato dal Consiglio Ecumenico di abbandonare tutte le connessioni con la sua precedente stazione. Da questo punto in poi, Spark divenne il Guardiano designato ed il custode dell'Installazione 04.[7]

Oltre a servire come incarnazione del Guardiano dell'Installazione 04, sono state create un numero sconosciuto di copie frammentate di 343 Guilty Spark nel corso del tempo, per effettuare diverse azioni, talvolta ignare delle azioni commesse dagli altri cloni.[8]

Periodo Intermedio

Solo Solo Solo.jpg

Spark che rimugina mentre sorvola una scogliera desolata sull'Installazione 04.

Durante gli eoni in cui monitorò l'Installazione 04, 343 Guilty Spark iniziò a mostrare segni di instabilità (rampancy) a causa della solitudine devastante, specialmente dopo che furono cessate le comunicazioni con le altre Installazioni e quindi con i suoi simili. Durante questo tempo, avrebbe iniziato a rammentare il suo tempo speso con i Precursori, la loro guerra contro i Flood, le decisioni che hanno preso e le decisioni che secondo lui avrebbero dovuto prendere.[9]

Dopo due cicli di ibernazione, Spark scoprì che stava provando noia; qualcosa che non credeva che lui, in quanto intelligenza artificiale, sarebbe stato capace di fare. Conscio dei rischi connessi a perdere il suo obiettivo operativo, Spark iniziò a dirigere la sua attenzione altrove. Per suo piacere personale, effettuò alcuni esperimenti sulla sua Installazione, rilasciando intere sezioni di materia della superficie dell'anello nello spazio, intenzionato a ricostruirle più tardi.[6]

Circa nel 40.000 a.C., una navicella aliena precipitò sull'Installazione 04, nel Settore 1215. Anche se era ansioso di sapere se il piano dei Precursori di ripopolare la Galassia, dopo l'Effetto Halo, avesse avuto esito positivo o meno, Spark attuò il protocollo previsto in quelle situazioni, bloccando il segnale di soccorso automatico inviato dalla nave; inoltre non tentò di contattare i possibili occupanti della nave. Nessuna forma di vita uscì dal relitto ed il segnale di soccorso terminò, lasciando Spark senza risposte. Successivamente, il Guardiano costruì un sarcofago di contenimento intorno al relitto della navicella.[10]

Durante il suo isolamento, Spark ebbe pochi contatti, o nessuno, con altri esseri intelligenti, spendendo la maggior parte del suo tempo nella manutenzione della sua Installazione.

Fino alla riscoperta dell'anello da parte delle forze Umane e Covenant, 343 Guilty Spark è stato sull'Installazione 04 per 101.217 "anni locali";[4] durante questo periodo di tempo, ha condotto oltre un bilione (1.000 miliardi) di simulazioni di fuoco e una sola volta ha attivato realmente l'anello.

Epidemia Flood

Doppio tradimento - Anniversary.png

343 Guilty Spark nella Sala di Controllo dell'Installazione 04, insieme a John-117 e Cortana.

Quote blu1.png Oh cielo. I protocolli di contenimento sembrano essere stati violati. Quote blu2.png

~ 343 Guilty Spark[11]

Dopo più di centomila anni senza incidenti, Spark si trovò a fronteggiare una crisi quando la UNSC Pillar of Autumn scoprì l'Installazione 04, seguita dalla flotta Covenant Particular Justice. Temendo una violazione del contenimento, Spark avvertì la nave di allontanarsi di almeno un anno luce dall'Installazione, altrimenti sarebbe stata distrutta. Dopo un accesso remoto ai sistemi della nave e lo studio della storia umana, Spark realizzò che era presidiata da degli Attivatori; disattivò quindi i sistemi difensivi dell'anello designando alla nave un settore d'attracco. A causa dell'abbordaggio Covanant, la Pillar of Autumn si schiantò sull'anello poco dopo.[12]

Durante la successiva guerriglia dell'UNSC contro i Covenant, delle truppe di questi ultimi si imbatterono in una struttura di contenimento Flood; dopo aver disattivato involontariamente le misure di contenimento, i Flood che vi erano rinchiusi dentro fuoriuscirono. Seguendo i suoi protocolli, Spark iniziò la ricerca di un Attivatore per attivare l'Installazione, trovando il Sergente UNSC Marvin Mobuto. Usando il Sistema di Teletrasporto dell'Installazione 04, Spark portò Mobuto nella Biblioteca nel tentativo di recuperare l'Indice di Attivazione. Infine, il Marine fu sopraffatto ed ucciso dai Flood, costringendo il Guardiano a cercare un altro Attivatore. Spark ed uno squadrone di sentinelle si mossero verso la struttura di contenimento, dove incontrarono un gruppo di Marines UNSC e John-117, che si stavano battendo contro i Flood. Il Guardiano riconobbe lo SPARTAN come un altro Attivatore, quindi lo teletrasportò velocemente verso la Biblioteca e gli spiegò che per debellare l'infezione sarebbe stato necessario attivare l'anello congiungendo un oggetto chiamato indice con un pannello nella Sala di Controllo; poi iniziò a guidarlo verso l'Indice.[3] Grazie al suo equipaggiamento nettamente superiore ed all'addestramento diverso rispetto a quello del Sergente Mobuto, John-117 riuscì a recuperare l'indice, nonostante le schiaccianti forze Flood.

Per tenerlo al sicuro, Guilty Spark prese l'Indice e si teletrasportò insieme a John-117 nella Sala di Controllo.[13] Il Guardiano spiegò che i protocolli di attivazione gli impedivano di unire l'Indice al Nucleo per attivare l'anello; solamente un Attivatore poteva compiere tale azione.[14] Quindi Spark diede l'Indice a John-117, sollecitandolo ad attivare l'Installazione.

Nel frattempo, apparì Cortana, la quale prese l'Indice prima che potesse essere ricongiunto con il Nucleo, spiegando allo SPARTAN-II il vero scopo di Halo. Spark confermò tale informazione, spiegando che credeva che John-117 fosse pienamente consapevole del suo ruolo e della sua responsabilità in quanto Attivatore. Con l'Indice in possesso di una IA ostile e protetta da un Attivatore non cooperativo, il Guardiano attivò le Sentinelle contro John-117 con l'ordine di recuperare l'Indice. Lo SPARTAN-II e Cortana scapparono con l'Indice, con Spark e le sue Sentinelle all'inseguimento dei due fuggitivi.

Durante la loro fuga attraverso i tunnel adiacenti alla Sala di Controllo, John-117 disabilitò i tre Generatori di impulsi di fase, forzando la loro riparazione e ritardando così l'attivazione dell'Installazione, anche se per poco. Deluso, il Guardiano seguì John-117 e Cortana fino alla Pillar of Autumn, che avevano deciso di far esplodere per distruggere l'anello. Intrigato dall'abbondanza di conoscenza nelle banche dati della nave, Spark decise di mettere in secondo piano la sua preoccupazione per l'Installazione e di scaricare le informazioni dai computer della Autumn, essendo particolarmente interessato alle sezioni che trattavano della storia umana. Disabilitò inoltre l'autodistruzione della nave per preservare la miniera di informazioni che aveva appena scoperto e la sua Installazione.

Anche se la sala motori della nave da guerra era protetta da varie sentinelle, John-117 riuscì comunque a destabilizzare il nucleo. Realizzando le implicazioni correlate all'esplosione della nave, il Guardiano fuggì immediatamente dall'anello oramai condannato. Qualche momento prima che l'anello fosse distrutto, il Guardiano si consolò pensando che avesse fatto del suo meglio per adempiere alle sue responsabilità. Più tardi, dopo ulteriori riflessioni, quando oramai fluttuava nello spazio, Guilty Spark si trovò felice quando, in ultima analisi, si rese conto che il suo scopo era stato compiuto: l'Attivatore era effettivamente riuscito a fermare l'epidemia, anche se forse in una maniera "poco elegante".

Dopo l'Installazione 04

Refumee e 343 Guilty Spark.png

343 Guilty Spark mentre discute con Sesa 'Refumee sui veri scopi degli Halo.

Quote blu1.png Eccellente! Credo di vedere l'aiuto che si avvicina... Quote blu2.png

~ 343 Guilty Spark[11]

Dopo la distruzione dell'anello, Spark scappò nello spazio, riflettendo su quello che era accaduto a lui ed alla sua Installazione. Viaggiò fino ad una miniera di gas dei Precursori, nell'atmosfera di Threshold; in realtà era una struttura di ricerca sui Flood.[6] Qui, incontrò un gruppo di Covenant dedito al recupero degli antichi artefatti, guidato da Sesa 'Refumee. Dopo un breve confronto con diversi membri delle caste più basse dei Covenant, un Sangheili riconobbe in lui un "Oracolo" e quindi lo portò dal loro leader. Spark procedette quindi ad insegnare a quei soldati il vero scopo delle creazioni dei Precursori, compreso quello degli anelli Halo.[15] Una volta venuto a conoscenza della verità, Sesa 'Refumee ebbe una nuova visione critica del Grande Viaggio e, insieme ad altri Sangheili e Unggoy che la pensavano come lui, fondò una nuova setta che denunciava i Profeti ed il loro Grande Viaggio come falsi. Dopo aver fondato una base nella miniera di gas sopra Threshold, il gruppo venne dichiarato come "eretico" dai Gerarchi.

Un simile stato degli eventi non poteva essere tollerato a lungo dai Covenant e presto furono prese delle azioni per eliminare gli Eretici. Ciò fu compiuto rapidamente dal neo-Arbiter Thel 'Vadamee insieme ad una squadra di Covenant per operazioni speciali. In seguito, Guilty Spark fu catturato da Tartarus e portato dai Profeti su Alta Carità.

Interrogato dai Gerarchi, Guilty Spark rivelò la natura delle Installazioni e di come attivarli, quindi i tre Profeti mandarono l'Arbiter a recuperare "l'Icona Sacra" dell'Installazione 05. Dopo che fu presa, Tartarus portò Guilty Spark e l'Indice alla Sala di Controllo dell'Installazione 05, usando Miranda Keyes come Attivatore. Quando l'Arbiter e Avery Junior Johnson arrivarono per impedire l'attivazione dell'anello, interrogarono prima Guilty Spark, sperando che il suo status di Oracolo potesse convincere Tartarus a fermare l'attivazione. Tuttavia, il Jiralhanae era troppo fedele ai Profeti per accettare la verità, ovvero che gli Halo erano delle armi di distruzione di massa. 343 Guilty Spark sfuggì dalle grinfie di Tartarus ed osservò la lotta seguente, che gli ricordò quello che aveva vissuto sulla Pillar of Autumn.

Dopo che Tartarus ed i suoi Brute Capitani furono uccisi da Johnson, Miranda e l'Arbiter, nella sala comparvero degli ologrammi che Spark provvedette a tradurre ai tre. Il Guardiano rivelò quindi che gli anelli erano entrati in una fase di stand-by ed erano quindi pronti a fare fuoco collettivamente se attivati dall'Arca. L'Arbiter chiese a Spark dove si trovava, il quale gli indicò un posto ben specifico, che risultò essere la Terra, il pianeta natale dell'Umanità.

Il 3 novembre del 2552, Spark fu coinvolto nell'assistenza e nella coordinazione delle attività di Rtas 'Vadum e della Flotta della Retribuzione dei Covenant Separatisti nel purificare la superficie di Delta Halo dai Flood, mentre Johnson, Keyes e l'Arbiter viaggiavano verso la Terra per avvertire la popolazione dell'imminente invasione. Quando un singolo incrociatore controllato dai Flood scappò al contenimento, sette navi della Flotta della Retribuzione lo inseguirono, compreso il trasporto d'assalto Ombra Furtiva.[16]

La Terra e l'Arca

Incontro tra John-117 e 343 Guilty Spark.jpg

343 Guilty Spark che incontra John-117 su Voi.

Quote blu1.png John-117: "Su Halo, tu hai provato ad uccidere Cortana. Hai provato ad uccidere me..." 343 Guilty Spark: "Il protocollo ha dettato le mie azioni. Lei aveva l'Indice di attivazione, e tu stavi per distruggere la mia Installazione. Tu hai distrutto la mia Installazione. Ora ho una sola funzione: aiutarti, Attivatore, come avrei sempre dovuto fare." Quote blu2.png

~ Dialogo tra 343 Guilty Spark e John 117[17]

343 Guilty Spark e la Flotta della Retribuzione arrivarono sulla Terra poco dopo che la nave catturata dai Flood si schiantò su Voi. Scoprirono che il vascello Flood conteneva Cortana, che era stata catturata dalla Mente Suprema su Alta Opera. Come John-117 recuperò il modulo dati che la conteneva, Spark arrivò appena in tempo per aiutarlo, distruggendo una Forma da Combattimento poco prima che attaccasse lo SPARTAN e tentando di iniziare le riparazioni per il modulo oramai danneggiato. Dopo un primo momento carico di tensione, visto che il Guardiano aveva tentato di togliere la vita a lui e all'IA diverse volte sull'Installazione 04, i due misero da parte il passato e procedettero, portando il dispositivo alla loro nave, dove Spark completò le sue riparazioni. Dopo averlo attivato, scoprirono che il dispositivo di memoria non conteneva Cortana, ma era solamente un nucleo di memoria contenente un messaggio olografico da parte della IA. Nel suo messaggio, Cortana dichiarò di aver scoperto un modo per fermare i Flood senza attivare gli Halo. Per scoprire come fare e per fermare il Profeta della Verità che stava cercando di attivare tutti gli anelli, John-117, Johnson, Keyes e l'Arbiter, insieme alle forze dei Covenant Separatisti, decisero di viaggiare attraverso il Portale aperto da poco; Spark li seguì.

La flotta seguì le forze Covenant attraverso il Portale, ed arrivarono all'Installazione 00 - l'Arca. Subito dopo l'atterraggio, Spark ordinò a tutte le Sentinelle che le forze in arrivo dell'UNSC e dei Separatisti erano alleati, per prevenire che i sistemi di sicurezza dell'Installazione si attivassero pure verso di loro. Mentre cercavano la posizione di Verità, i Sangheili Separatisti trovarono il Cartografo dell'Installazione. Spark seguì John-117 e l'Arbiter per penetrare le protezioni del luogo, aprendo porte e fornendo Sentinelle come riserva per l'assalto. Una volta che furono arrivati al Cartografo, Spark usò la mappatura dell'Installazione per individuare il Profeta della Verità, scoprendo che si trovava a diverse centinaia di chilometri da loro; notò anche che il rifugio di Verità era protetto da una barriera energetica. In quel momento arrivò un Phantom Lealista, costringendo il trio a scendere più in profondità nei corridoi. Spark li guidò fino alla posizione di Johnson, qualche piano più sotto. Dopo il ricongiungimento del gruppo, Johnson si innervosì per l'improvvisa apparizione di centinaia di Sentinelle ma Spark lo rassicurò, dicendogli che non avevano nulla da temere e che quelle Sentinelle facevano parte di una Task Force primaria, anche se non riusciva a scoprire il loro obiettivo.

Le forze UNSC e Separatiste Covenant si spostarono per disabilitare la barriera energetica a difesa di Verità. Tuttavia, una volta che la barriera fu disattivata, Alta Opera uscì improvvisamente dall'Iperspazio poco sopra di loro, vicina a distruggere la nave di Rtas 'Vadum, e bombardò l'area con capsule di dispersione Flood e detriti in fiamme. Terrorizzato dalla possibilità che i Flood prendessero il sopravvento, Spark insistette sul fatto che l'attenzione delle forze congiunte UNSC - Separatisti sarebbe dovuta essere rivolta verso i parassiti. La sua proposta trovò opposizioni sia da Keyes che dai leader Separatisti, che misero in chiaro che la loro priorità era di uccidere Verità, prima di passare ai parassiti.

Una volta che il Profeta della Verità fu ucciso e la minaccia del sistema Halo neutralizzata, i Flood iniziarono la loro invasione dell'Installazione 00 sotto il comando della Mente Suprema. Spark incontrò l'Arbiter e John-117 e scoprì che sull'Arca era iniziata la costruzione di un nuovo anello, in sostituzione dell'Installazione 04. John dichiarò che voleva sparare con l'anello e quindi, Spark si mise a preparare felicemente la nuova Installazione, chiamata Installazione 04B, all'attivazione.

Dopo aver salvato Cortana dall'Alta Opera infestata, John-117, l'Arbiter ed il Sergente Maggiore Johnson atterrarono sul nuovo anello. Spark li aiutò attraverso il loro viaggio nell'Installazione fornendo delle Sentinelle per combattere i Flood. Una volta che l'ondata iniziale di Forme da Combattimento e Pure fu distrutta, Spark aprì la porta principale della Sala di Controllo.

Ritorno ad Halo

Morte di Avery Johnson.jpg

343 Guilty Spark che ferisce mortalmente Johnson per assicurarsi che l'Installazione 04B e l'Arca non vengano distrutte.

Spark si riunì con John-117, l'Arbiter e Johnson della Sala Controllo della nuova Installazione 04, dove li informò che l'anello era quasi completato, ma non ancora pronto a far fuoco. Tuttavia, nonostante gli avvertimenti di uno Spark terrorizzato da un'attivazione prematura che avrebbe distrutto l'Arca (e, molto più importante per il Guardiano, l'Installazione 04B), Johnson li ignorò determinato a distruggere la Mente Suprema ed i Flood una volta per tutte. Incapace di accettare che la sua nuova Installazione stesse per essere distrutta, Spark, furibondo, sparò a Johnson mentre stava tentando di attivare l'anello, ferendolo mortalmente. Vedendo John correre a seccorse del suo amico, il Guardiano sparò pure su di lui e sull'Arbiter, costringendo quest'ultimo ad uscire dalla stanza; Spark chiuse le porte, quindi John rimase faccia a faccia con l'IA.

Con John ferito ed i suoi scudi scarichi, Spark dichiarò che non si sarebbe fermato davanti a nulla pur di seguire i protocolli ed assicurarsi la salvezza dell'anello e dell'Arca. John iniziò a combattere con Spark, ma non era in grado di danneggiare l'involucro dell'artefatto precursoreo. Johnson, bruciato e sanguinante ma cosciente, usò il suo Laser Spartan per danneggiare Spark prima che potesse uccidere John, compromettendo il rivestimento protettivo dell'IA. Johnson passò quindi la sua arma allo SPARTAN. Il Guardiano iniziò a mostrare segni di mal funzionamento sempre più evidenti con il procedere della battaglia e, dopo tre colpi di Laser Spartan, perse la sua integrità strutturale ed esplose.

Duplicato post Guerra Umani-Covenant

In un periodo sconosciuto dopo la fine della Guerra Umani-Covenant, un duplicato gravemente danneggiato di Spark fu scoperto da un gruppo di ricerca ONI, che lo portarono a bordo della loro nave. Usando una IA traduttrice, la squadra dell'ONI identificò un flusso di linguaggio Covenant, il che suggerì che l'oggetto rinvenuto, in passato fosse stato in contatto con gli alieni. Dopo aver calibrato correttamente l'IA traduttrice, iniziarono ad interrogare il duplicato del Guardiano, sperando di trovare informazioni sulle relazioni tra gli antichi esseri umani ed i Precursori, oltre che sul Didatta.[18]

Il duplicato danneggiato, riconoscendo gli umani come "i veri Redentori" e dichiarando che doveva testimoniare quel che sapeva ai Redentori, se ne avesse avuto l'opportunità,[8] procedette a descrivere gli eventi che portarono la sua forma umana a diventare un monitor. Durante tutto il corso della sua narrazione, violò costantemente i firewall della nave senza sforzi, per accedere ai database della nave, con grande sgomento della squadra ONI. Dopo che Spark ebbe terminato la narrazione della sua storia, l'energia del monitor si esaurì ed il duplicato venne gettato nello spazio per ordine del Comandante ONI della squadra. Prima di questo, tuttavia, egli riuscì a caricare il suo flusso dati nei computer della nave, disabilitando l'IA già presente e prendendo il pieno controllo del vascello. Sostenendo che il Bibliotecario fosse ancora in vita e di avere bisogno della nave e del suo equipaggio, Spark li addormentò, impostando la rotta verso il luogo dove credeva che il Bibliotecario si trovasse.[19]

Personalità

Fantasia di Spark.jpg

Durante l'inizio della sua instabilità (rampancy) negli eoni che ha trascorso a monitorale l'Installazione 04 in solitudine, 343 Guilty Spark iniziò a fantasticare sulla possibilità di avere due Guardiani, così da combattere la solitudine.

Dopo migliaia di anni di isolamento, 343 Guilty Spark divenne eccentrico, distaccato ed analitico. Per Spark, i protocolli dettavano legge; la leggera emozione che provava per la morte di un alleato era percepita come vero dolore solamente per l'inconveniente di doversi adoperare per trovare qualcun altro che lo aiutasse. Mentre assisteva volentieri qualcuno che chiedeva il suo aiuto, se i suoi alleati gli avessero impedito di completare le azioni necessarie - come attivare un anello - non avrebbe esitato a rivoltarsi contro di loro.

Decine mi migliaia di anni di servizio monotono trascorso a monitorare la sua Installazione ed aspettando che apparisse un Redentore ebbero dei seri effetti sulla sanità mentale. Spark mostrò molte caratteristiche dell'instabilità (rampancy). Amava imparare e recuperare documenti, anche durante l'imminente distruzione della sua Installazione. Dimostrò inoltre altri comportamenti strani, come canticchiare o cantare. In genere, era sereno anche su questioni riguardanti la vita o la morte di qualcuno. Quando Sesa 'Refumee e Tartarus furono uccisi dall'Arbiter, apparì casual, anche se provò rimorso quando Sesa 'Refumee fu ucciso. Il distacco di Spark si mostrò anche nella tendenza a non dare più informazioni del necessario. Per esempio, sull'Installazione 04 disse semplicemente a John-117 che l'attivazione dell'anello avrebbe fermato i Flood, omettendo la parte in cui l'anello avrebbe sterminato ogni forma di vita con abbastanza biomassa per essere infettata dai Flood nell'intero raggio d'azione dell'Installazione. Allo stesso modo, non disse agli Alti Profeti che l'anello era un'arma quando essi gli chiesero la posizione dell'Indice dell'Installazione 05, rivelando la verità ai Covenant solamente quando l'Arbiter glielo chiese direttamente. Sebbene vincolato dal protocollo, Guilty Spark sembrava essere veramente contento e divertito dalla prospettiva dell'attivazione di un Halo, a differenza di altri Guardiani, come 049 Abject Testament.

Come per le intelligenze artificiali dell'UNSC e dei Covenant, la programmazione di Guilty Spark gli proibisce di compiere certe azioni. Non può, per esempio, recuperare l'Indice di Attivazione dalla Biblioteca o usarlo per attivare l'Installazione 04, serve in fatti un Attivatore per svolgere questi compiti.[3]

I protocolli di Spark lo legano solamente a contenere una fuoriuscita Flood dall'Installazione 04, quindi quando è stata distrutta, anche le sue direttive sono terminate. Questo significa che non aveva più dei limiti riguardanti le azioni da intraprendere con i Flood - era libero di scegliere, come ha infatti fatto sull'Installazione 05 quando aiutò la disattivazione della sequenza di fuoco, rischiando il contenimento ed una fuoriuscita Flood. Secondo Spark, la perdita del suo anello lo lasciò con un unico scopo: aiutare John-117 in quanto un Attivatore, ammise inoltre che era quello che doveva fare fin dall'inizio, invece di ostacolarlo. Questo ha permesso ai due di mettere da parte il passato ed a Spark di aiutare John contro i Flood ed i Covenant. Grazie alle sue capacità di connessione con gli Halo, Spark si è rivelato un'ottima e potente alleanza e sembrò prendere ordini dal Comandante Keyes, dal Sergente Johnson e da John-117 senza esitazioni, come parte della sua nuova vita. Quando ha scoperto l'Installazione 04B, le sue priorità sono cambiate di nuovo, ripristinando quelle originali, quindi adottò l'anello come rimpiazzo per quello distrutto. Quando Johnson dichiarò che era sua intenzione fare fuoco con l'Halo, anche se l'avrebbe distrutto, Spark non esitò ad ucciderlo.

Aspetto

343 Guilty Spark - Halo 3.png

Spark in Halo 3

Il nucleo di 343 Guilty Spark è racchiuso in un piccolo contenitore sferoidale, che emana una luce azzurrina; quando è arrabbiato questa luce diventa rossa. Sul fronte dell'involucro, è presente il suo unico "occhio".

È difeso da un potente scudo che lo protegge dalle armi leggere, anche se ripetuti colpi di Laser Spartan si sono mostrati quasi letali.

Equipaggiamento

  • Raggio particellare rosso, molto potente. È infatti riuscito a ferire mortalmente Johnson ed ad azzerare gli scudi di John-117 e dell'Arbiter.
  • Emettitore di onde. Lo utilizza probabilmente per allontanare i nemici che gli sono troppo vicini; quando lo utilizza respinge ogni cosa nel raggio d'azione.
  • Laser. Lo utilizza per aprire le porte dell'Installazione 00 e per rubare informazioni, come ha fatto a bordo della nave UNSC Pillar of Autumn durante il livello Fauci di Halo: Combat Evolved.

Curiosità

Generali

  • 343 Guilty Spark è l'unico nemico significante che appare di persona nell'ultimo livello di ogni gioco della prima trilogia (escludendo i cutscene).
  • Dopo i crediti di Halo: Combat Evolved, la melodia che canticchia è una parte del tema principale di Halo. Occasionalmente, in Halo 3, si può sentirlo canticchiare alcune parti di MJOLNIR Mix.
  • Nelle cutscene di Halo 2, quando 343 Guilty Spark parla la sua luce brilla più luminosa, ma durante il gioco, quando parla la sua luce diventa fioca. Si tratta di glitch di programmazione, avrebbe infatti dovuto fare il contrario; è citato da Joseph Staten come "il glitch più terribile in Halo 2... ed a nessuno importa di esso."
  • In Halo 3, se il giocatore uccide i suoi Marine oppure i suoi compagni nel Co-op, 343 Guilty Spark potrebbe diventare ostile e far fuoco sul giocatore. Anche se più tardi si avrà uno scontro a fuoco contro di lui, il raggio usato in quella particolare situazione è molto più potente e può uccidere facilmente con un colpo, anche se il giocatore è all'interno di un carro armato Scorpion.
  • 343 Guilty Spark spara un raggio simile sia al Laser Spartan dell'UNSC che al fucile delle Sentinelle. Quando si compara la potenza attraverso hack o mod, il suo raggio è decisamente più debole di un Laser Spartan ma più forte di un fucile delle Sentinelle.
  • I giocatori posso guadagnare un'aggiunta al loro Avatar di Xbox Live semplicemente usando Halo Waypoint sull'Xbox 360.
  • Disembodied Soul, quando gli viene chiesto di Guilty Spark, afferma che "He's my progeny. He inherited my good looks and pleasant personality." ovvero "È la mia progenie. Ha ereditato la mia bellezza e la mia personalità piacevole".
  • Nel livello Installazione 04 della Sparatoria lo si può vedere dietro un muro trasparente nel bunker vicino alla scogliera. Fluttua fino alla porta all'indietro e poi si gira verso l'esterno. Quando si sta di fronte a lui si visualizza "Hold x to take ally's..." ed appare l'icona per il Fucile Focus, anche se in realtà non si può prendere.
  • In Halo: Combat Evolved Anniversary, c'è una piccolo rivestimento nella parte superiore del suo occhio. Questo rivestimento non è presente nel gioco originale o nelle sue apparizioni in Halo 2 ed Halo 3. Non è neanche presente quando appare nei terminali e non è stato visto in nessun altro Guardiano mostrato. Quando è presente, lo fa sembrare molto triste o depresso. È sconosciuto il motivo di questo cambiamento, anche se probabilmente può alludere alla sua crescente instabilità (rampancy) oppure alla solitudine.
  • In Halo: Combat evolved, se si farà caso, nel livello della biblioteca, Spark canticchierà la sigla di un famoso programma risalente a metà '900, noto come Carosello.

Riferimenti

  • Nel livello finale di Halo 3, poco prima che 343 Guilty Spark muoia, inizierà a fare dichiarazioni casuali, come il tormentone di Gollum del Signore degli Anelli: "Il mio Tesoro!". Questo probabilmente perché Halo è un "anello dal grande potere", come l'anello che Gollum possedeva. Altre similitudini con il Signore degli Anelli si ritrovano nel fatto che Guilty Spark è un alleato per quasi tutto il terzo gioco, ma si rivolterà verso i personaggi principali alla fine e muore cercando di fermare i protagonisti dal distruggere il suo amato anello.
  • 343 equivale a 73 (che si trova facendo 7(# Installazione -1): 7(4-1) = 73); il 7 è un numero che appare spesso nei giochi della Bungie o nella sua mitologia. Si può arrivare a 343 anche effettuando 73, considerando (3+4)3=73.
  • In Halo: Combat Evolved ed in Halo 3, l'"occhio" di 343 Guilty Spark mostra il logo di Marathon. Si possono notare similitudini anche tra Guilty Spark e Durandal; entrambi possono teletrasportare il personaggio principale e finirono per impazzire.
  • 343 Industries, la divisione interna di Microsoft Game Studios che si occupa di Halo, è un chiaro riferimento a 343 Guilty Spark.

Galleria

Apparizioni

Fonti

  1. Halo Waypoint, Hero-Fortitude
  2. Halo 3, Halo (livello)
  3. 3,0 3,1 3,2 Halo: Combat Evolved, 343 Guilty Spark (livello), cutscene finale
  4. 4,0 4,1 Halo: Flood, pagina 269
  5. Halo: Primordium, pagina 295
  6. 6,0 6,1 6,2 Halo 2, L'Oracolo (Livello Halo 2)
  7. Halo: Combat Evolved Anniversary - Terminale 2
  8. 8,0 8,1 Halo: Primordium, pagina 307
  9. Halo: Combat Evolved Anniversary - Terminali 2, 5 e 7
  10. Halo: Combat Evolved Anniversary - Terminale 6
  11. 11,0 11,1 Conversazioni dall'Universo, pagina 1
  12. Halo: Combat Evolved Anniversary - Terminale 1
  13. Halo: Flood, pagina 286
  14. Halo: Flood, pagina 288
  15. Halo: Combat Evolved Anniversary - Terminale segreto
  16. Halo Waypoint, The Long Road Home
  17. Halo 3, Bloccare l'Invasione (livello)
  18. Halo: Primordium, pagine 9-10
  19. Halo: Primordium, pagine 312-313


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale