Fandom

Halopedia

Catherine Elizabeth Halsey

2 366pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione2 Condividi
Lavori in Corso.jpg Questa pagina necessita una profonda manutenzione sintattica, morfologica e/o ortografica.

Puoi migliorare questo articolo revisionandolo per intero e renderlo conforme alle norme della wiki.

Catherine Elizabeth Halsey
Halsey.jpg
Informazioni biografiche
Data di nascita

19 marzo 2492

Pianeta natale

Endymion

Data di morte

Ancora in vita

Grado

Scienziata

Descrizione fisica
Specie

Umana

Sesso

Femmina

Altezza

circa 1,7 metri

Colore dei capelli

Bianchi

Colore degli occhi

Grigio-blu

Segni caratteristici

Ha perso il braccio sinistro (dopo la Seconda Battaglia di Requiem)

Informazioni crono-politiche
Epoca

Guerra Umani-Covenant

Fatti famosi

Affiliazione

[Fonte]

Quote blu1.png Questo luogo sarà la vostra casa... Quote blu2.png

~ Halsey ai bambini reclutati

La dottoressa Catherine Elizabeth Halsey è una brillante scienziata e membro dell' Office of Naval Intelligence, nota per il suo lavoro nei progetti di sua creazione SPARTAN-II e MJOLNIR. Nonostante sia un civile, ha una grande autorità all'interno dell'ONI e gode di un grande rispetto da parte di molte figure militari.[1]

Biografia

Primi Anni

Catherine Elizabeth Halsey è nata il 19 Marzo 2492 su Endymion.

Non si sa molto sui primi anni di vita della dott.sa Halsey, ma quel poco che si sa dà un assaggio di quello che sarebbe stata una promettente carriera. All'età di 15 anni, Catherine stava già scrivendo il suo secondo documento per la tesi di dottorato, in cui aveva discusso i comandi linea arcaica. È noto anche che in qualche momento della sua vita, ha supervisionato la creazione della terza generazione di Intelligenze Artificiali "Furbe" . È stata anche la più brillante allieva del Vice Ammiraglio Ysionris Jeromi.

Durante i suoi viaggi di studio per i canditati del progetto SPARTAN-II la Dottoressa si affezionò a Jacob Keyes ed in seguito fra i due sbocciò una relazione da cui nacque Miranda Keyes.[2]

Progetto SPARTAN-II

La dottoressa Halsey ha dato un contributo enorme a molti progetti ONI della Sezione III, compresa la creazione e l'evoluzione delle Inteligenze Artificiali così come lo sviluppo dei sistemi dell'Armatura MJOLNIR.

Halsey è stata la creatrice del Progetto SPARTAN-II, e ha istituito una lista di rigorosi requisiti genetici da riscontrare in ogni potenziale candidato. In base a tali requisiti ha individuato 150 candidati, ma l'ONI poteva fornirle un finanziamento per formare solamente 75 di essi. Ha incontrato ciascuno dei candidati e, tramite il lancio di una moneta, ha scelto i 75. Nei primi tempi fu accompagnata dal Tenente Jacob Keyes, il quale in seguito si allontanò capendo i reali scopi delle spedizioni. Il primo dei candidati fu John-117, che superò il "test". Ha poi incaricato i soldati di rapire i bambini e di portarli sul pianeta Reach per l'addestramento. I bambini "reclutati" sono stati successivamente sostituiti con dei cloni a crescita rapida, che sarebbero morti poco dopo a causa di varie malattie.

Con l'assistenza del Sottouffuciale di Terzo Grado Franklin Mendez e dell'IA Déjà, iniziò ad addestrare gli Spartan. Ha supervisionato le loro procedure di potenziamento, di addestramento al combattimento, e di istruzione, e ha studiato gli effetti dello stile di vita Spartan sui bambini. Ha mantenuto uno stretto contatto con loro per tutta la vita, dalla sua base di Reach. Era sempre in grado di distinguere gli uni dagli altri, anche attraverso la mezza tonnellata di armatura battaglia MJOLNIR. La dott.sa Halsey ha sempre usato i loro nomi originali, non i loro numeri di identificazione o tag Spartan. Ciò dimostra che aveva un grandissimo rispetto per gli Spartan, i quali provavano allo stesso modo del rispetto per lei, ed era anche in grado di comandarli e loro si rivolgevano a lei come "signora", che è un altro esempio di come loro la rispettavano, da aggiungere inoltre che gli Spartan la consideravano come una sorta di figura materna.

Guerra Umani-Covenant

La Caduta di Reach

Lente trasparente.png Per ulteriori informazioni su questo argomento, vedi anche Battaglia di Reach
Halsey Halo Reach con Cortana.jpg

La Halsey che parla con Cortana

Il 26 Luglio 2552, Halsey stava lavorando sotto la Sword Base dell'ONI quando la base fu attaccata da una Corvette Covenant. Dopo la distruzione della Corvette la Halsey chiamò la Squadra Noble nel suo laboratorio per il Debriefing, dove venne a sapere della morte del suo assistente Laszlo Sorvad, ucciso da un Elite. Dopo aver discusso con Carter-A259 per non aver fermato gli Elite e il tentativo di accesso da parte di Catherine-B320 a file ad accesso limitato, apprese la natura della scoperta "fondamentale" di Sorvad, un modo per decifrare i dati raccolti nelle rovine dei Precursori sotto la Sword Base. Dopo aver Congedato il Noble Team, lei ha iniziato a decodificare i dati nelle rovine.

Il 3 Agosto, Halsey divise Cortana assegnandone una parte alla decodifica dei dati dei Precursori, mentre l'altra assiste gli SPARTAN-II per l'operazione: RED FLAG. Quando la UNSC Iroquois arriva a Reach da Sigma Ocantus il 12 Agosto, Halsey visita la nave, durante la visita, il Capitano Jacob Keyes va a vederla e loro discutono di Miranda, degli SPARTAN e dell'operazione: RED FLAG.[3]

Dopo, Il Noble Team ritornò alla Sword Base con l'ordine di distruggerla, una volta li Halsey contattò la squadra per rivelargli i loro veri ordini: trasportare un pacchetto contenente "la possibilità di sopravvivenza dell'umanità" alla Cruiser Classe HALCYON Pillar of Autumn. Dopo il successo nella difesa del laboratorio da parte del Nobel Team, affida a Noble Six il pacchetto, contenente un frammento di Cortana con le informazione della strutura dei Precursori. Una volta certa che Noble Six porterà il pacchetto alla Autumn, lascia il laboratorio per la CASTLE Base scortata da Jun-A266 mentre il resto del Noble Team va a consegnare il pacchetto.[4]

Halsey continuò a lavorare nella CASTLE Base dell'ONI. Si offrì di rimanere a proteggere la tecnologia della UNSC da una possibile cattura. Diede inizio all'operazione: WHITE GLOVE, distrusse diverse IA (compresa la "sorella maggiore" di Cortana, Kalmiya) per non far accedere i Covenant ai database dell'UNSC, con l'aspettativa che i Covenant avrebbero vetrificato il pianeta e, anche se non lo avessero fatto, di affrontare un intera armata di Covenant.

Tutto cambia quando Fred-104, Kelly-087, Vinh-030, Isaac-039 e Will-043 arrivano all'entrata della CASTLE Base. Con la potenza di fuoco necessaria per aprirsi una via di fuga, la sopravvivenza alla distruzione della base diventa possibile. Halsey cura le ferite degli SPARTAN, ma un'anomalia nei dati rilevata dalla IA Kalmiya, attira l'attenzione della dottoressa.

Alcuni dati dela dottoressa erano stati letti da Araqiel, un'IA del Colonnello Ackerson, uno dei maggiori oppositori di Halsey. Tracciando l'accesso ai dati la dottoressa si imbattè in Araqiel che la minacciò di riempire la stanza con del veleno. Lei inizò a digitare una "linea di comando arcaica" per accedere alla sua directory e ai file sicuri. Una volta superata l'IA la dottoresse legge i file di Ackerson e scopre diverse cose inclusa la posizione di Onyx, prove dell'esistenza del progetto SPARTAN-III e una mappa dei tunnel minerari dove è stata costruita la CASTLE Base, quest'ultima cosa ha interessato la dottoressa in quanto il file è stato classificato al livello X-Ray, rendendo il file stranamente importante per antiche mappe. Da questo, lei capì che c'èra qualcosa di molto importante sotto la montagna.Si spostarono nei tunnel minerari e la dottoressa attivò il dispositivo di AutoDistruzione della CASTLE Base e il file-safe di Kalmiya.

Nei successivi cinque giorni, gli SPARTAN e la Dottoressa Halsey esplorarono le miniere per trovare un'uscita o quella che Halsey definiva "la scoperta più importante del millennio". Il quinto giorno, Fred scoprì un'entrata per una grande struttura dei precursori, dove trovò un Cristallo dei Precursori. Purtroppo, l'acquisizione del cristallo, ha inviato un picco di radiazioni di neutrini attirando l'attenzione dei Covenant. la loro posizione è ora minacciata dalle forze nemiche.

A seguito di un'attacco Covenant, Halsey e il suo Team si ritirarono in un corridoio, sbarrato l'ingresso, la squadra perse il contatto con Isaac e Vinh. Ben presto, scoprirono che il corridoio era un vicolo cieco. Si presume che Halsey e gli SPARTAN siano rimasti bloccati li per qualche tempo.

Giorni dopo, un gruppo di SPARTAN, incluso John-117 salvò Halsey e gli SPARTAN rimasti e scapparono da Reach con l'astronave Covenant Ascendant Justice.

Onyx

Dopo essere stata salvata da John la dottoressa decise di indagare si progetti del Colonello Ackerson. Rapì dunque la Spartan Kelly-087 dopo averla narcotizzata e con lei fuggì dalla Ascendant Justice, diretta appunto su Onyx. Qui incontrò per la prima volta gli Spartan-III e venne a conoscenza del piano di Ackerson scoprendo tra le altre cose il coinvolgimento del Capo Mendez e di Kurt-051. In realtà lo scopo primario di Halsey era quello di salvaguardare la vita degli Spartan e allo stesso tempo scoprire la verità sui Precursori . Ella richiede infatti, una volta atterrata sul pianeta, il supporto di tutte le squadre di Spartan disponibili. In questo modo, oltre a salvare i suoi Spartan , avrebbe cercato di ottenere la preziosissima tecnologia dei Precursori . Dopo aver affrontato le temibili Sentinelle del pianeta e un'armata Covenant giunta sul posto, la Dottoressa, gli Spartan-II , il Capo Mendez e un piccolo gruppo di Spartan-III tentano di raggiungere il centro di Onyx. Halsey ha infatti scoperto che il pianeta non è altro che un "mondo scudo", costruito dai Precursori per proteggersi dalle esplosioni che gli Halo avrebbero causato al fine di distruggere qualsiasi forma di vita senziente che potesse essere cibo per i Flood . Il gruppo riesce così a raggiungere e ad entrare nella Sfera di Dyson, pagando però un caro prezzo. Will, Kurt e alcuni Spartan-III moriranno nel tentativo di raggiungere l'ingresso della Sfera. I superstiti si ritrovano così al centro del mondo scudo, protetti da un'eventuale attivazione degli Halo. Onyx viene intanto distrutto da ordigni nucleari fatti detonare al centro del pianeta da Kurt , dopo che il resto della squadra entrò all'interno della Sfera di Dyson.

Dopo Guerra

A causa del dilatamento temporale, all'interno della Sfera di Dyson il tempo scorre più velocemente e, quando una piccola flotta UNSC dopo qualche mese raggiunge la posizione di quello che fu Onyx , all'interno della Sfera sono passati solo pochi giorni. Una volta liberata dalla Sfera di Dyson , la Dottoressa Halsey viene subito fatta arrestare dall'ONI e interrogata a causa delle azioni immorali commesse durante il Progetto SPARTAN-II. Non è chiaro il motivo per cui Margaret Parangosky, l'Ammiraglio in Capo all'ONI , nonostante il supporto dato al programma Spartan e averlo difeso dagli attacchi del Colonnello Ackerson , una volta finita la guerra accusi la dottoressa del suo operato alla Sezione-III . Pare comunque che, nonostante la detenzione, fu incaricata di progettare e di assemblare alcune parti dell'UNSC Infinity. Proprio su questa nave fu condotta durante la Seconda Battaglia di Requiem[5], per studiare il manufatto dei Precursori portato a bordo, ma fu anche qui trattata come una prigioniera. Riuscì comunque a compiere grandi progressi nella ricerca aiutando l'equipaggio, ma iniziò anche segretamente a conversare con Jul 'Mdama, leader dei Covenant, cercando di ricavarne informazioni. Dopo che fu scoperta venne reclusa in modo ancora maggiore, limitando tutti i suoi contatti. Riuscì comunque ad uscire dalla cella manipolando l'IA di bordo Roland (IA), e si introdusse nei file riservati della nave. L'intelligenza artificiale riuscì però a liberarsi, avvisando le guardie che catturarono la dottoressa e la portarono da Lasky. In quel momento, però, la nave venne assediata da numerose forze prometeiche, che cercarono di catturarla. Nonostante la lunga fuga, un Cavaliere riuscì ad apparire improvvisamente e a rapirla, portandola da Jul 'Mdama]. Qui fu costretta ad aiutare i Covenant ad aprire il portale della Bibliotecaria, protetto da una barriera di energia. Halsey riuscì rapidamente a disattivarlo ma, prima che qualcuno potesse reagire, entrò al suo interno e fu trasportata dal precursore, con cui ebbe un lungo discorso. La Bibliotecaria le donò una chiave, composta da due pezzi, che conteneva la mappa di tutti i loro manufatti nella galassia, e le chiese di non farla cadere nelle mani dei Covenant . Appena uscì dal portale, però, 'Mdama la afferrò e le sottrasse uno dei due pezzi. In quel momento arrivò nella sala lo Spartan Gabriel Thorne, giunto per salvarla sotto richiesta di Lasky, lei gli lanciò la seconda parte della chiave. Giunse però anche Sarah Palmer, che invece aveva l'ordine di ucciderla, e le sparò alla spalla ferendola gravemente. Halsey fu però catturata e trasportata via da 'Mdama assieme ad un Cavaliere, e fuggì dal pianeta assieme al resto della flotta. Per evitare la sua morte per una possibile infezione, i Covenant dovettero amputarle il braccio sinistro. Lei, allora, avendo la certezza che l'UNSC la voleva morta, garantì la propria collaborazione in cambio di avere vendetta.

Varie

Galleria

Apparizioni

Videogiochi

Libri

Fumetti

Halo Legends

Fonti

  1. Halo:First Strike pagina 123
  2. Diario della Dottoressa Halsey
  3. Diario della Dottoressa Halsey
  4. Halo: Reach
  5. Spartan Ops

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale