FANDOM


Incrociatore da battaglia classe CCS
Crucero CCS HR.png
Informazioni di produzione
Produttore

Impero Covenant
Ordine del Nuovo Patto

Classe

CCS

Ruolo

Combattimento spaziale
Occupazione planetaria
Nave ammiraglia
Vetrificazione
Dispiegamento armi e mezzi

Specifiche tecniche
Lunghezza

1.782 m

Larghezza

862 m

Altezza

230,8 m

Unità di propulsione

Reattori a repulsione

Motore iperspaziale

Presente

Armamento

2 Bocche di vetrificazione
1 Proiettore d'energia
6 Cannoni al plasma pesanti
8 Lanciasiluri al plasma
Molteplici Torrette a impulsi

Corazza

Corazza in nanolamina

Scudo

Presente

Contenuto
Equipaggio

1 Profeta (a volte) - Elite / Brute
Cacciatori - Esploratori (a volte) - Jackal - Droni (a volte) - Grunt

Complementi

Phantom - Spirit - Seraph - Banshee - Ghost - Revenant - Wraith

Affiliazione
Era

Pre-guerra
Guerra Umani-Covenant
Grande Scisma
Dopoguerra

Data introduzione

Sconosciuta

Affiliazione

Impero Covenant

Covenant Separatisti
Covenant Lealisti
Ordine del Nuovo Patto

[Fonte]

L'incrociatore da battaglia classe CCS, o anche incrociatore da battaglia Covenant, è una classe incrociatori utilizzata dalla Marina Covenant. La funzione principale di queste navi è il trasporto truppe, ma sono perfettamente attrezzate anche per affrontare battaglie nello spazio e possono vetrificare i pianeti. Il più conosciuto è il Truth and Reconciliation, visto nella Battaglia dell'Installazione 04 e, di conseguenza, in Halo Combat Evolved.[1]

Descrizione

L'Incrociatore da battaglia classe CCS è la nave da guerra standard ed è una delle più note all'interno delle flotte Covenant; inoltre è una delle poche navi Covenant sulle quali l'UNSC è stato in grado di ottenere informazioni dettagliate: ciò avvenne attraverso il Truth and Reconciliation.

Questo tipo di nave ha la forma allungata che sembra vagamente organica e con molte sezioni a bulbo, in grado di lanciare decine di navette da sbarco (Phantom e Spirit).

Tipicamente è armata di un vasto arsenale di armi ad energia, tra cui generatori standard di scudo energetico, torrette a impulsi e lanciasiluri al plasma. Viene utilizzato come nave capitale pesante sia dai Covenant Lealisti che Separatisti. Pare inoltre che l'incrociatore sia stato progettato per la guerra nello spazio ed anche per sostenere le operazioni di terra, essendo in grado di distribuire oltre un migliaio di soldati di varie razze, come pure veicoli e velivoli di varie tipologie.

Nonostante la sua potenza, esso può essere anche distrutto dai cacciatorpediniere UNSC, ma solo se questi colpiscono in massa (notoriamente più di sette): ciò avviene perché, sebbene i cacciatorpediniere UNSC siano poco potenti da soli (se comparati alle controparti Covenant), essi però possono far davvero male se in quantità rilevanti.

Specifiche

Ponte di comando

CCS 1.jpg

Sala comandi

Il ponte di comando si trova, come su tutte le astronavi Covenant, al centro della nave, protetto dallo scafo e dai ponti interni, oltre che dagli scudi energetici. In questa stanza è ospitata una piattaforma rialzata al centro della stanza, assai spaziosa e circondata dai controlli olografici.

Questi controlli sono probabilmente per i sistemi antincendio, di navigazione, sensori, diagnostica della nave, monitor della sicurezza interna, etc. Di fronte al centro di comando vi è un grande "banner" olografico che viene utilizzato per la navigazione.

L'equipaggio nella sala di controllo consiste solitamente in un Sangheili/Jiralhanae, il quale si trova sulla piattaforma centrale e ha il compito di dare ordini e comandare la sua nave; egli è accompagnato da Sangheili Zeloti o Jiralhanae Comandanti (nella maggior parte dei casi). Nel livello inferiore della sala di controllo, vi sono delle pattuglie che aiutano il capitano a governare la nave e sono, tra l'altro, i responsabili della sicurezza sulla nave.

Ascensore gravitazionale

Ascensore Gravitazionale.png

Ascensore gravitazionale

Come la maggior parte delle navi Covenant, il CCS è dotato anche di un solo Ascensore Gravitazionale sul ventre della nave, consentendo il trasporto rapido e facile del personale, veicoli, attrezzature e rifornimenti dalla nave alla superficie di un pianeta. Gli oggetti del personale sono spinti verso l'alto o verso il basso rapidamente da un campo anti-gravitazionale e sono in grado di scendere dolcemente, nonostante l'alta velocità che possono raggiungere.[2]

Celle di detenzione

CCS 2.jpg

Celle di detenzione

La classe CCS ha almeno due aree di detenzione per tenere i prigionieri, anche se, poiché queste navi non sono state pienamente esplorate, potrebbero essere di più. Ognuna di queste stanze è rettangolare, dispone di quattro celle con un campo di forza su entrambi i lati, per un totale di otto per ogni stanza.

Ogni cella può ospitare un gran numero di prigionieri, anche se di solito ne viene imprigionato solo uno, probabilmente per motivi di sicurezza. I campi sono impenetrabili a tutti i tipi di proiettili da fanteria, sia balistici che esplosivi che a energia, ma possono essere abbassati da un pannello di controllo olografico su una piattaforma sollevata sul lato opposto della stanza, di fronte all'ingresso, sul posto di guardia.

Le celle sono disposte sulle pareti di una camera spaziosa, con le guardie che pattugliano nella sezione centrale. Alcune guardie, di solito, hanno mimetizzazione attiva per monitorare i prigionieri di nascosto.

Hangar

CCS 12.jpg

Hangar

L'hangar di un CCS è diviso in quattro baie d'ormeggio, due a destra e due a sinistra. Ciascuna di essi è a tre livelli, con una grande quantità di spazio tra i pavimenti e soffitti di ogni livello.

Ogni baia può contenere vari veicoli (ad esempio Spirit) al piano inferiore, con un pilastro come piattaforma utilizzata per lo sbarco dei passeggeri.

Un campo di contenimento al plasma opera presso l'uscita dell'hangar, mantenendo l'atmosfera all'interno; funge anche da protezione, infatti, quando è attivato, forma una barriera che impedisce l'accesso ai velivoli o ai soldati nemici.

Corridoi

CCS 14.jpg

Corridoi

La maggior parte della nave è composta da un labirinto di corridoi. In corrispondenza dei nodi, ci sono alcune aperture nel soffitto e sul pavimento forse per accogliere gli Huragok, permettendo loro di galleggiare tra i livelli facilmente e rapidamente.

Il loro colore è simile a quello del resto dell'Incrociatore classe CCS: un violetto - porpora con porte color oro.

Sulle porte sono presenti scritte indecifrabili dai membri UNSC.

Sala motori

Anche se non è vista nella trilogia, ogni nave deve avere una sala macchine per ospitare i motori e dispositivi di controllo. I motori sono, ovviamente, più potenti e più veloci rispetto ai motori umani.

Ciò avviene probabilmente perché la fonte primaria di energia nucleare viene potenziata con un generatore al plasma, che consente al motore di raddoppiare la propria potenza.

La sala macchine, si potrebbe pensare, sarebbe una grande camera con i reattori e, eventualmente, nuclei di energia al plasma. Inoltre ci sarebbero grandi tubi di raffreddamento.

Storia

Sin dalla nascita dei Covenant, il CCS è sempre stata la prima tipologia di trasporto intergalattico. Nei secoli precedenti la Guerra Umani-Covenant, i CCS sono sempre stati al centro di qualsiasi avvenimento storico-militare Covenant, sia in tempi di pace che di guerra.

Il più antico incontro dell'UNSC con un incrociatore da battaglia classe CCS si è verificato nel 2526. Altri due CCS furono presenti alla battaglia di Arcadia, nel febbraio del 2531. Numerosi CCS furono incontrati dal Gruppo di Battaglia India, comandato da Preston J. Cole, nella Battaglia di Psi Serpentis, occorsa nell'aprile 2543; queste navi, così come il resto della flotta Covenant, furono distrutti quando la nave di Cole, la UNSC Everest, lanciò le sue testate nucleari contro il gigante gassoso di Viperidae.

Un uso massiccio degli incrociatori CCS avvenne durante la Battaglia di Reach nell'estate del 2552, in cui decine di tali navi furono utilizzate durante l'invasione del pianeta. Durante la Battaglia di Aszód, uno degli incrociatori fu distrutto dallo Spartan-B312 con un Onager. Mentre Reach veniva vetrificato parzialmente, diversi CCS appartenenti alla flotta di Particular Justice seguì la UNSC Pillar of Autumn la quale approdò sull'Installazione 04; ma la Autumn disabilitò diversi CCS (tra cui il Truth and Reconciliation), prima di essere invasa dalle forze Covenant. I marine UNSC sopravvissuti allo schianto della nave fecero irruzione nella nave per tre volte:

  1. per salvare il capitano Jacob Keyes;
  2. per recuperare l'impianto neurale di Keyes, una volta che questi fu infettato dai Flood;
  3. per recuperare la nave dai Flood e tornare sulla Terra. Tuttavia, il tenente Melissa McKay capì che i Flood avrebbero infettato il pianeta madre dell'umanità, causando quindi la morte del genere umano; decise quindi di tagliare il collegamento della fibra ottica tra i motori e il ponte, causando così la distruzione della nave e l'uccisione di tutti coloro che erano a bordo, lei compresa.

Molteplici CCS parteciparono anche alla Battaglia della Terra; a seguito del Grande Scisma, molti di essi finirono nelle mani dei Covenant Separatisti, ma altri rimasero invece ai Covenant Lealisti. Ciononostante, molti di essi furono perduti durante la Guerra Civile Covenant.

Dopo la fine della guerra, numerosi CCS caddero nelle mani dei Sangheili e delle fazioni indipendenti dei Kig-Yar; con questo scenario, molteplici CCS furono quindi utilizzati come navi personali dei vari Jackal, ma altri finirono invece all'Arbiter. Tuttavia, essi persero definitivamente il ruolo principale di nave da guerra: nell'Ordine del Nuovo Patto, difatti, essi furono sostituiti dall'incrociatore corazzato classe RCS e dall'incrociatore leggero classe CRS, entrambi meno potenti ma disponibili in maggior quantità (durante il conflitto contro gli umani erano stati surclassati proprio dai CCS); in definitiva, queste due classi di navi citate divennero la spina dorsale della fazione di Jul 'Mdama.

Incrociatori classe CCS conosciuti

Cambiamenti

Halo: Combat Evolved

800px-CCS-Battlecruiser.jpg

Un' Incrociatore classe CCS sopra lo scavo del Portale per l'Arca

L'incrociatore da battaglia classe CCS sembra essere di una tonalità porpora più profonda.

Il flusso di gravità dell'ascensore è un tantino più viola, e le baie d'attracco per le navette sembrano occupare una porzione maggiore della nave. Inoltre, alle navi servono aree pianeggianti per far sbarcare le truppe.

Halo 2

Sembrano avere una tonalità di viola più chiara, anche se questo può essere dovuto solo alla grafica aggiornata. L'Hangar è più stretto e meno lungo[3].

Halo 3 e Halo 3: ODST

Non cambia molto da Halo 2, tuttavia, ora hanno una pinna supplementare sulla parte mediana tra la pancia e l'ala destra[4]. Non si vede mai l'ascensore da vicino ed è quindi impossibile dire quali cambiamenti siano stati compiuti. In Halo 3 e Halo 3: ODST si possono vedere alcuni incrociatori classe CCS usare i proiettori di energia per lo scavo.[5]

Halo: Reach

Sostanzialmente simile ad Halo 3, il colore è tendente al marrone scuro.[6]

Apparizioni

Fonti

  1. Livello Halo: Combat Evolved: Truth and Reconciliation
  2. Livello Halo: Combat Evolved: Keyes
  3. Livello Halo 2: Stazione il Cairo
  4. Livello Halo 3: Autostrada di Tsavo
  5. Livello Halo 3: ODST: Autostrada Costiera
  6. Livello Halo: Reach: La Pillar of Autumn

Galleria

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale