FANDOM


Quote blu1 Quando muoio, ti prego, seppelliscimi qui! Con un fucile MA5 tra le mani! Non piangere per me, non versare un lacrima! Metti nella bara la tuta e le scarpe! Perché una mattina, ore zero zero cinque! Il terreno tremerà, il tuono romberà! Non avere paura neppure un momento! Sarà solo il mio fantasma per la corsa del mattino! Quote blu2

~ Canzone di marcia dell'UNSC
UNSC Marines Halo Reach

Marines in Halo: Reach.

Il Corpo dei Marine UNSC è un ramo dell'UNSC Defense Force (UNSCDF); a differenza dell'Esercito UNSC (che è utilizzato nelle operazioni difensive), i Marine sono utilizzati per le offensive, oltre che per la protezione delle navi.

Descrizione

Quote blu1 Sono il meglio del meglio, ma sono solo umani Quote blu2

I Marine sono un assortimento robusto e diversificato di uomini e donne ben addestrati ed attrezzati; uno dei conflitti più importanti in cui è stato coinvolto totalmente è la guerra contro i Covenant ma, benchè il nemico fosse superiore per tecnologia e numero, i Marine furono comunque una spina nel fianco da non sottovalutare.

Storia

Logo UNSC

il simbolo dell'UNSC

Origini

Il Corpo dei Marine ONU (predecessore del Corpo dei Marine UNSC), fu uno dei gruppi primari di combattimento schierati dalle Nazioni Unite nella guerra interplanetaria; esso fu la prima organizzazione militare impiegata per operazioni al di fuori della Terra; il tutto avvenne nel 2163. Dopo che le Nazioni Unite vinsero nel 2164, queste si riorganizzarono nell'UNSC.

Più tardi, il Corpo dei Marine UNSC sarebbe stato impiegato contro le insurrezioni nelle Colonie Esterne.

Guerra Umani-Covenant

Durante la guerra contro i Covenant, i Marine svolsero un ruolo centrale nel mantenimento di una posizione difensiva, contrattaccando i Covenant in diversi pianeti. Le battaglie di Harvest, Arcadia, Sigma Octanus IV e la Terra, videro feroci combattimenti tra i Marine e l'esercito Covenant.

Colonie esterne

Marines Halo Wars

Render dell'unità Marines in Halo Wars

Non molto tempo dopo la prima Battaglia di Harvest, i Marine parteciparono a numerose battaglie in tutte le Colonie Esterne, compresa la campagna di Harvest, durata dal 2526 al 2531 al comando di Preston J. Cole.

La prima battaglia di Arcadia vide il Corpo dei Marine mantenere la linea difensiva attorno ai centri maggiori per consentire l'evacuazione della popolazione civile, con l'assistenza della Squadra Rossa Spartan. L'azione ebbe successo ma a costo di molti Marine e a 3 trasporti civili.

Dopo la conquista da parte delle forze Covenant delle città, il Corpo intraprese varie operazioni per recuperare il pianeta.

Anche molte altre Colonie Esterne vennero attaccate, ma tutti i tentativi di difesa e di attacco furono soppressi dai Covenant, grazie alla loro schiacciante superiorità tecnologica e numerale.

Battaglia di Sigma Octanus IV

Il Corpo dei Marine combatté contro i Covenant anche sulla colonia di Sigma Octanus IV.

Nella prima fase della battaglia, nel corso di una battaglia spaziale, i Covenant fecero atterrare un grosso contingente di truppe sul polo nord del pianeta. Furono in grado così di prendere Costa Azzurra e di massacrare tutta la popolazione ad eccezione di 20 fortunati che vennero salvati dalla squadra verde Spartan.

Battaglia di Reach

Lente trasparente Per ulteriori informazioni su questo argomento, vedi anche Battaglia di Reach

Il Corpo mantenne una presenza rilevante su Reach, quando i Covenant assalirono il pianeta oltrepassando la griglia di difesa orbitale (dopo aver perso più di 400 navi) e la flotta in orbita, così da effettuare un atterraggio con un gran numero di soldati.

Durante le prime ore della battaglia, i Covenant sconfissero i difensori umani con Banshee, Wraith e innumerevoli battaglioni di fanteria. I marine furono costretti a difendere i generatori dei CAM in orbita dal massiccio assalto Covenant, utilizzando tutte le risorse a loro disposizione, aiutati anche dall'Esercito UNSC e da un plotone di Spartan II.

La battaglia di Reach diventò così una delle sconfitte più devastanti subite dall'UNSC, che perse gran parte dei suoi equipaggiamenti militari.

Battaglia di installazione 04

Anniversary Marines

Marines durante l'assalto al Silent Cartographer sull'installazione 04

l Marine superstiti dalla battaglia di Reach ebbero un ruolo importante nella battaglia dell'Installazione 04, prendendo parte a combattimenti come per la difesa durante le operazioni di salvataggio del personale della Pillar of Autumn, sotto attacco di una nave Covenant, recupero dei membri dell'equipaggio e del Corpo rapiti e imprigionati dai Covenant; ci fu anche il lancio di azioni di guerriglia multipli su convogli Covenant. Inizialmente, i Marine erano parte di una squadra costituita in parte dalle forze speciali TALO e da un considerevole distaccamento di Marine con l'obbiettivo di rapire un Profeta. Inoltre questi Marine combatterono anche contro la feroce infezione Flood, liberata dai Covenant. Molti di loro furono infettati o uccisi da essi.

Battaglia della Terra

Marines Halo 3

Alcuni marines durante il Livello Sierra 117

Il Corpo dei Marine rimase a difesa della Terra e dei suoi super CAM, quando quindici navi da guerra Covenant (due Trasporti d'Assalto e tredici Incrociatori) entrarono nel sistema solare e attaccarono il pianeta, non prima di aver sconfitto alcuni di loro e dell'Esercito su Marte. Essi erano in gran parte impreparati a respingere l'invasione, poichè non pensavano che gli alieni avessero trovato il loro pianeta madre. Essi svolsero un ruolo significativo nella difesa al suolo dall'assalto dei Covenant in cui difesero i più centri a maggiore densità abitativa, come New Mombasa e Cleveland e L'Avana, aiutati anche dall'Esercito.

In seguito, i Marine si impegnarono nella battaglia di Voi con Master Chief, eliminando i Wrait antiaerei e un cannone antiaereo per consentire alla Marina di sferrare un'attacco al Dreadnought Covenant.

Battaglia dell'Installazione 00

Halo-3-The-Covenant-10-PELICAN-DROPSHIP

Marines sbarcano da un Pelican durante l'assalto alle tre torri difensive

I marine parteciparono anche alla battaglia dell'Installazione 00. Aiutarono Master Chief, l'Arbiter e gli Elite a raggiungere la Sala Cartografica. Dopo attaccarono con gli Elite le tre torri barriera che proteggevano la Cittadella assieme a dei mezzi pesanti; dopo aver aiutato Chief a distruggere due Scarab e a impedire al Profeta della Verità di attivare gli Halo, essi raggiunsero la Cittadella.

I Marine sopravvissuti tornarono sulla Terra a bordo di un Supertrasporto Elite Ombra Furtiva.

Requiem

Hacksaw Marines

Una squadra di Marines attende l'evacuazione durante la seconda battaglia di Requiem

4 anni e 7 mesi dopo, un consistente gruppo di Marine (circa 6000) e ODST (assieme agli Spartan IV), fu a bordo della UNSC Infinity, un imponente vascello di dimensioni mai viste (5632 metri) prima dagli umani (si intende per una nave umana), con consistenti innovazioni tecnologiche. Dopo essere entrato nello spazio di Requiem, la nave precipitò sul pianeta-scudo. Mentre alcuni ricognitori furono inviati nella giungla del pianeta, la nave fu abbordata da Covenant e Prometeici. Master Chief, durante la sua traversata della giungla nel tentativo di ritrovare il comandante Lasky, trovò vari corpi di Marin morti, uccisi dai Prometeici. Nonostante ciò, grazie anche a John, la nave riuscì a respingere gli invasori, e a contrattaccare, inviando una compagnia di Marine (la Gypsy) lungo un canyon desertico per distruggere i cannoni particellari, e permettere all'Infinity di raggiungere il pozzo gravitazionale e ritornare sulla Terra.

Tempo dopo, la nave (e i marine) e il Gruppo di Battaglia Dakota tornarono sul pianeta (vedere anche Spartan Ops), nel tentativo di conquistarlo.

Armamento

Armi individuali

Fucile d'assalto MA5D, dotazione attuale dell'UNSC Marines Corps

Fucile d'assalto MA5D, dotazione attuale del Corpo dei Marine

Le armi standard del Corpo dei Marines sono i fucili d'assalto appartenenti alla Serie MA5. La maggior parte dei Marines utilizzavano il fucile d'assalto MA5B, fino all'entrata in servizio (nel tardo 2552) dell' MA5C e poi dell' MA5D.

I fucili della Serie BR e della serie DMR, venivano invece utilizzati dai marksman.

Come armi pesanti stazionarie (talvolta alcune anche portatili), la dotazione standard prevedeva la Torretta Mitragliatrice M247 GP (non rimovibile), e la sua evoluzione, la Mitragliatrice M247 HMG. La mitragliatrice di fanteria più potente che l' UNSC abbia è la Mitragliatrice Pesante AIE-486H, che funge anche da dotazione standard sui Pelican.

Per quanto riguarda le armi anti-carro (talvolta anche antiaeree), il corpo dei Marines usa come armi in servizio i Lanciarazzi M19 e i Lanciarazzi M41, armi estremamente efficaci contro i veicoli terrestri, ma che possono recare molti danni anche ad alcuni velivoli aerei. Per alcuni scopi speciali viene usato il Laser Spartan, più potente delle precedenti e più preciso. La differenza sostanziale è che quest'ultima è un' arma ad energia diretta, al contrario dei due lanciarazzi.

Armatura

L'armatura dei Marines è versatile, resistente e leggera, tutti fattori che la rendono molto utile per combattere i Covenant. Comprende: un elmetto standard con visiera HUD, due placce di corazza per coprire il torso (una sul petto e una sulla schiena), una placca su ogni spalla, una su ogni avambraccio e una su ogni coscia (solo la parte frontale). In oltre comprende anche le ginocchiere, le gomitiere e gli stivali. Questa armatura è fatta di un materiale resistente al plasma, che la rende capace di resistere a raffiche di Fucile al Plasma di addirittura 7/8 colpi (dipende anche da dove viene colpita) e di 4/5 di Carabina Covenant o di Fucile ad Aghi. L' elmetto può resistere con facilità ad uno o due colpi.

Gradi del Corpo dei Marine

Vedi: Gradi Corpo dei Marine UNSC

Forze Speciali

I Marine hanno un corpo speciale, utilizzato per sbarchi direttamente dallo spazio: i TALO, ovvero le Truppe d'Assalto a Lancio Orbitale (la cui sigla in inglese è ODST), feroci e letali, sono considerati dei pazzi dai civili; ciononostante, sono davvero utili in situazioni pericolose, anche se durante la guerra contro i Covenant sono stati rimpiazzati dagli Spartan. Inoltre, hanno una corazza più resistente di quella dei Marine normali.

Tattiche per mantenere in vita i Marine

In svariati casi, nella Campagna o nelle Spartan Ops, toccherà al giocatore di "decidere" se aiutare e coprire i Marines oppure lasciare che facciano tutto da soli e che nella maggior parte dei casi rimangano in difficoltà. È una bella soddisfazione fare sopravvivere tutti, pertanto è consigliato di mettere una difficoltà non troppo alta (ad esempio normale o se si è particolarmente bravi eroica) così che i Marines siano equilibrati coi nemici e sappiano autogestirsi, ma anche in modo che ci sia comunque un po' di sfida perché in certi casi possono arrivare grandi ondate di Covenant, le quali mettono in difficoltà sia i soldati, che il giocatore stesso.

Membri del Corpo dei Marines conosciuti

Citazioni

Halo Wars

  • "Marine pronto!"
  • "Falli sanguinare!" (Quando ordinati di attaccare un'unità nemica)
  • "Granata Lanciata" (Quando ordinati di lanciare granate)
  • "In Volo!"
  • "Aggancio!" (Quando ordinati di usare il lanciarazzi)
  • "Lanciarazzi attivo!" (Quando ordinati di usare il lanciarazzi)
  • "Caricato e Puntato!" (Quando selezionati)
  • "Marine pronti,signore!"

Pagine correlate


Galleria

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.